Strumenti Utente

Strumenti Sito


it:datadistributionsetup

eeRis Sprinkler v.1.1.00
per Microsoft Dynamics NAV 2016 / NAV 2017 / NAV 2018 / Dynamics 365 Business Central on-prem

Setup Distribuzione Dati

Il setup del sistema avviene tramite il menu [Reparti] [Setup] [Setup IT] [Distribuzione Dati] [Setup Distribuzione Dati]: in questa Page è possibile attivare, disattivare e configurare il servizio di distribuzione dati Sprinkler

Distribuzione Dati Attiva – questo flag indica se il servizio di distribuzione dati in uscita è attivo o meno; viene controllato tramite i due pulsanti [Start Export] e [Stop Export] presenti nel ribbon; quando il flag è acceso le modifiche ai dati effettuate dagli utenti verranno inviate al sistema remoto, mentre tutte le modifiche effettuate quando il flag è spento non verranno inviate.

Flusso in entrata Attivo – questo flag indica se il servizio di importazione dati è attivo o meno; viene controllato tramite i due pulsanti [Start Import] e [Stop Import] del menu [Azioni]; quando il flag è acceso il servizio è abilitato a considerare i dati in ingresso.

Utente Servizio Distribuzione Dati – è l’utente con cui viene eseguito il servizio dedicato Sprinkler; questo utente deve avere ruolo SUPER sul database. Il dato è in sola lettura in quanto l’impostazione di questo campo viene fatta dalla codeunit [Spk Management]. È opportuno che questo utente non venga utilizzato per accedere al database, perché tutte le modifiche ai dati effettuate con questo utente vengono ignorate dal motore di distribuzione dei dati allo scopo di evitare modifiche ricorsive.

Disabilita eeRis DeliveryLayer – (Questo campo non è utilizzato nella presente versione e verrà rimosso).

Stato eeRis DeliveryLayer – (Questo campo non è utilizzato nella presente versione e verrà rimosso).

Abilita Loopback per test – (Questo campo non è utilizzato nella presente versione e verrà rimosso).

Dataset per trasferimento SQL – Indica il numero di record che verranno considerati nei trasferimenti dati effettuati tramite linked server; se questo numero è troppo elevato è possibile che le operazioni di trasferimento sperimentino dei timeout. Per rilevare gli errori e impostare correttamente questo setup si veda il capitolo relativo al fine tuning.

Server ID – è l'identificativo del server. Questo GUID viene utilizzato per riconoscere la provenienza dei dati. Viene inoltre utilizzato nei setup per la definizione dei flussi (a quale server inviare i dati oppure da quale server devono essere importati).

Ultima modifica – E' la data di ultima modifica dei setup, sia per le configurazioni in entrata che quelle in uscita.

it/datadistributionsetup.txt · Ultima modifica: 2017/04/02 18:00 (modifica esterna)